La Maxentia Big Band

banner testata5

Menu

La Maxentia Big Band

La Maxentia Big Band

maxentiarticolo

Via dello Stadio, 13

20013 Magenta (MI)

www.maxentia.com



Nata nel 1988 come "Musica & Musica Big Band" su iniziativa del suo direttore Fiorenzo Gualandris nell'ambito di un progetto didattico della Coop. Musica & Musica mirante alla costituzione di una grande Orchestra-Laboratorio per lo studio e la pratica del linguaggio Jazzistico, la Big Band si è velocemente trasformata in una realtà artistica che ha ampiamente superato i limiti didattici che le erano di presupposto. Composta inizialmente da musicisti di diversa estrazione (Rock, Classica, Jazz, Studenti di Conservatorio, della Coop., ecc.), l'orchestra si è presto consolidata con una netta impronta stilistica e professionale avvalendosi anche del supporto stabile di professionisti già affermati nel panorama musicale Jazz. Nel 1997 la formazione ha assunto una veste associativa autonoma con la denominazione: "Associazione Culturale Maxentia Big Band", riconosciuta dal Comune di Magenta con cui ha in atto convenzioni per le attività artistiche in ambito Jazz dall'anno 2000. Dal 1998 l'Associazione cura con continuità il Segretariato Artistico del Festival Jazz "Città di Magenta", che da allora si svolge ininterrottamente presentando ad ogni edizione propri progetti artistici originali con la presenza di artisti di prestigio internazionale. Tra gli ospiti ricordiamo: Ambrosia Brass Band, Giorgio Gaslini, Gaetano Liguori, Franco Cerri, Enrico Intra, Romano Mussolini, Paolo Tomelleri, Gianni Basso, Manomanouche Quartet, Jumping Jazz Ballroom Orchestra, Tiziana Ghiglioni, Claudio Fasoli, Alfredo Ferrario, Paolo Alderighi, Bruno Lauzi, Sante Palumbo e altri ancora. Dalla Big Band si sono presto composte diverse formazioni combo che si propongono sempre nell'ambito del jazz e nel 1999, in occasione del 2° Festival del Jazz, viene ufficialmente presentata al pubblico la Maxentia Brass Band. Formazione preposta alla realizzazione di Street Parade in stile New Orleans che presto diventa una presenza significativa sia nel territorio magentino che oltre. Sempre nel 1999 con la pubblicazione del secondo album viene fondata l'etichetta PaneBu Media che raccoglierà le produzioni delle varie emanazioni della Maxentia.

Le Immagini

Pagina in costruzione

I Video

Pagina in costruzione