Home Page

banner testata5

Menu

La Bacheca della Pro Loco Magenta

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Archivio
    Archivio Contiene un elenco di blog che sono stati creati in precedenza.

Grandi Eventi

Inviato da in News
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 722
  • Stampa
  • Segnala questo post

I grandi eventi, a Magenta, sono invariabilmente legati alla ricorrenza della battaglia! Dunque sarà il prossimo numero di Magenta Nostra, quello di giugno, l’edizione più curata e ricca. Il numero di maggio è, per solito, un po’ in sordina; un numero di attesa. C’è sì la tradizionale BICINIVIRI (15 maggio) che, essendo quest’anno alla 35 edizione, è la più longeva (e anche una delle più riuscite e belle) delle manifestazioni inventate dalla Pro Loco Magenta e dunque può -a buon titolo- fregiarsi oramai della qualifica di manifestazione tradizionale. Quest’anno, Adriano Riccardi -la nostra guida- ha studiato un percorso comodo comodo seppur affascinante! Se il tempo ci assiste (una sola edizione su trentacinque è stata ‘benedetta’ dalla pioggia) sarà una passeggiata nello splendido panorama lombardo, col verde acceso delle nostre campagne e “…con quel cielo così bello, quando è bello…”! (abbiamo da poco finito il corso su ‘I Promessi Sposi’, e viene facile fare il brillante rubando le parole a Don Lisander). E, a proposito del Manzoni, giovedì 18 ‘i corsisti’ cercheranno di ritrovare nelle vie di Milano le suggestioni evocate dalla lettura ‘intensa’ fatta da Pietro Pierrettori di alcuni significativi passi del romanzo, dai commenti e le sottolineature di Ornella Malagliati e dal ‘quadro d’insieme tracciato da Eugenio Guagliumi e Giovanni Sesia. Sarà un’occasione imperdibile! C’è poi –sabato 20 maggio- il Gran Concerto di chiusura della stagione musicale 2017, dove il ‘nostro’ Maestro Andrea Raffanini un concerto dedicato all’Ungheria che prevede la collaborazione col Consolato di Ungheria e soprattutto la partecipazione del Coro della Scuola di Musica “Fasang Arpad” di Budapest. Una occasione in più per accrescere conoscenze e così rinsaldare rapporti di amicizia tra i paesi che -con l’occasione delle rievocazioni della Battaglia- sono presenti in città con le loro rappresentanze consolari. Poi a Magenta arriverà anche “il” coro. Quello del Teatro alla Scala! Cioè the first one dei cori! Da tanto agognavamo di riavere ‘il nostro’ Bruno Casoni sul podio qui in città! Lo vediamo spesso in tv, sui podi più prestigiosi del mondo, cominciando -ovviamente- da quello più prestigioso di tutti, della “Scala”, appunto. Ma in città, pur avendo sempre tenuto d’occhio e incoraggiato e consigliato, corretto e… insomma guidato -da vero nume tutelare dell’attività musicale magentina- è stato così raro averlo come direttore…(un memorabile -lontanissimo- concerto con 600 bambini del ‘coro di voci bianche della Scala’ a cantare il Gloria di Vivaldi, un concerto nel 2001 con a neonata Orchestra Città di Magenta, l’ultimo nel 2010, sempre in basilica, sempre con la nostra Orchestra). Così siamo felicissimi, quasi increduli -e ancora temiamo possa essere solo un sogno- che il 26 maggio, grazie alla generosa disponibilità offerta dal Signor Soprintendente del Teatro Alla Scala, potremo tutti festeggiare questo nostro concittadino con un concerto -sempre in Basilica- che sarà certamente memorabile. Anche perché tornerà a farsi sentire l’Organo Prestnari (e sì noi magentini Organo Prestinari lo scriviamo con la ‘O’ maiuscola!). Un monumento patrimonio della città, e infatti restaurato col concorso principalmente di centinaia di piccole donazioni, il cui suono -certamente- spronerà tutti a guardare con fiducia all’altra ‘impresa’ cui l’associazione PIETRE VIVE invita la popolazione ad una generosa partecipazione: il restauro del Santuario dell’Assunta.