Home Page

banner testata5

Menu

La Bacheca della Pro Loco Magenta

  • Home
    Home This is where you can find all the blog posts throughout the site.
  • Categories
    Categories Displays a list of categories from this blog.
  • Bloggers
    Bloggers Search for your favorite blogger from this site.
  • Archives
    Archives Contains a list of blog posts that were created previously.
Recent blog posts

Posted on in News

avas

Il XVI° San Martino d’Oro 2014 è stato conferito a AVAS Associazione Volontaria Accoglienza Solidarietà ONLUS, con la seguente motivazione:
Per la capacità di farsi prossimo sostenendo ed accogliendo le persone sole e in difficoltà.
Nella sezione photogallery sono online tutte le immagini della serata.

Last modified on
Hits: 188

Posted on in News

Saremmo lieti di incontrarvi per la tradizionale cena sociale venerdì 21 novembre – ore 20,15 – al ristorante “LA BELLARIA” a Pontevecchio di Magenta. ritroveremo gli amici per parlare, in allegria e serenità, un po’ di noi, delle nostre realizzazioni e dei nostri progetti. Vi invitiamo a rinnovare l’iscrizione alla Pro Loco Magenta per il 2015. Grazie a convenzioni sottoscritte con le molte attività commerciali della città, i nostri Soci possono fruire di particolari agevolazioni che trovate di volta in volta indicate su “MAGENTA NOSTRA”. Per le iscrizioni all’incontro conviviale (fino ad esaurimento dei posti disponibili) la segreteria è aperta da lunedì a giovedì dalle ore 16 alle 18 e sabato dalle ore 10 alle 12.
Un cordiale saluto.

Associazione Pro Loco Magenta
Il Presidente
Pietro Pierrettori

Last modified on
Hits: 116

Posted on in News

affresco

…e per noi è San Martino! Il santo patrono cui è dedicata la nostra basilica. Certo una ricorrenza un tempo assai più importante: le ‘annate’ agrarie cominciavano e finivano a San Martino e dunque in quella data era il capolinea delle affittanze. Tanto che ancora oggi nel modo di dire corrente (magentino) “fare san martino” è sinonimo di cambiare casa. Magentino, dicevo perché a Milano -per esempio- i traslochi sono a San Michele, come ci ricorda -nella famosissima “Paracar che scappee de Lombardia”- Carlo Porta che, per rimproverare i francesi per le loro malefatte e la conseguente felicità dei milanesi per la loro fuga di fronte agli austriaci che stanno tornando (…ahi Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta…), li rimbrottava con un “…se ve dan quaj moment de vardà indree /dee on’oggiada e fee a ment con che legria /se festeggia sto voster sant Michee. ...”. Già perché pur essendo ad un ‘tiro di schioppo’ da Milano il nostro dialetto si differenza -spesso significativamente- dalla parlata meneghina. Differenze che abbiamo imparato a riconoscere con la sapiente guida di Gianfranco Gandini nelle serate che l’Università del Magentino ha dedicato al dialetto e che diventeranno -questa è l’intenzione- ‘consuetudine’ anche nei prossimi autunni. E intanto non perdiamo l’occasione per un tuffo nella nostra parlata nelle serate di venerdì 14 e/o sabato 15 col teatro dialettale del ‘nostro’ CPT. Le nostre tradizioni dunque e -a novembre- questa del San Martino appunto. Che da quindici anni si identifica col San Martino d’oro. Un riconoscimento che evidenza ai concittadini le esperienze umane significative ed importanti di cui è ricca la nostra città. Ci ritroveremo dunque la sera dell’11 novembre in Basilica dove, nel corso del consueto concerto (affidato, tradizione nella tradizione, ai giovani artisti di Totem), verrà consegnato il sedicesimo riconoscimento “San Martino d’oro” con una targa d’oro (oro oro, in un’epoca dove persino le ‘medaglie d’oro’ al valore son diventate di latta dorata!) offerta dalla Pro Loco e che riproduce il quadrone posto in Basilica, a fianco dell’altare maggiore, illustrante il noto episodio del mantello diviso col povero. E la Basilica sarà, quest’anno, una cornice ancor più significativa. È infatti fresco di stampa il testo che Ambrogio Cislaghi ha dedicato proprio a San Martino attingendo, per le iconografie, ad un buon numero delle pitture parietali proprio della Basilica. Ma di questo ci parlerà l’autore in una serata dedicata a questa chiesa ed al santo nostro patrono cui è dedicata. Intanto l’appuntamento per tutti è per martedì 11 in ‘gesa granda’.

Last modified on
Hits: 94

Posted on in News

pixelmagenta2014

Alla festa delle Associazioni di domenica 28 settembre la Pro Loco ha presentato 40 foto della vecchia Magenta (accompagnandole con piccole immagini riprese oggi con la stessa visuale di quelle storiche). Grande interesse di tutti coloro che hanno transitato per via Roma. Chi ha riconosciuto luoghi e personaggi, chi invece non aveva mai visto com’erano un tempo -neppure tanto lontano- i luoghi ora così familiari. Molti i rimpianti. Per la città che appare in quelle immagini, ben più ‘ordinata’ ed ‘elegante’, seppure nella semplicità di una agiatezza incomparabilmente minore, di quella attuale. È una delle iniziative che la Pro Loco Magenta, qui con la sigla Pixel, vuole rilanciare infondendovi un rinnovato impegno e per il successo della quale chiede a tutti i cittadini di collaborare. Come? Semplicemente rovistando in cassetti e bauli alla ricerca di vecchie immagini. Per rinnovare con periodicità lo stupore e la meraviglia di domenica 28 occorre che qualcuno (per quelle di domenica 28 l’amico Rodolfo Re) si faccia carico di cercare e conservare immagini che, se restassero sepolte nel cassetto, o magari anche in bellavista ma a casa di qualcuno, resterebbero celate ai più. Soprattutto occorre raccoglierle ed archiviarle insieme alle informazioni di contorno (chi è ritratto, dove e quando) che tra qualche anno andranno perse come e più delle immagini e sono invece, come e forse più delle immagini, importanti per consevarne memoria. Sullo scorso numero di questo giornale la ‘nostra’ Luisa Busti lamentava la mancanza di notizie sul monumento ai partigiani che si trova presso il nostro cimitero. Non aveva trovato informazioni da nessuna parte, pur essendo maestra e dunque avvezza a documentarsi. Ci ha ‘tirato le orecchie’ Giovanni Frascarolo, mitico ‘maestro’ di tutti noi, riannodando con la sua precisa memoria, il ricordo di un articolo sul giornale “Incontri” poi ripreso da “Magenta Nostra” vecchia edizione, non questa della Pro Loco. Infine una ripresa di qualche anno fa su questo giornale di “Settegiorni”. Ma il tempo passa e deposita polvere sui ricordi e li appanna. Oggi però c’è un mezzo in più: il web. Facile ricorrere ad internet per ogni necessità. Tuttavia se le cose che ricerchiamo non sono di interesse generale è possibile che non si abbiano riscontri, e non troveremo nulla. C’è però un rimedio: inseriamo noi le informazioni per le cose -paesaggi urbani o notizie storiche- che ci sono più vicine. A Giovanni Frascarolo chiederemo la fatica aggiuntiva di riscrivere quelle note e le pubblicheremo nel sito Pro Loco www.propolomagenta.org e così resteranno di (facile) rintracciabilità per tutti gli interessati. Così faremo per le immagini che ci verranno ‘prestate’ (scansite e raccolte quante più informazioni sia possibile saranno restituite) costituendo un ARCHIVIO delle IMMAGINI del MAGENTINO: Pixel, appunto. Memoria è, infine, anche la nostra parlata, perché anche il nostro dialetto -se nessuno lo ricorda- muore, ed è un peccato!. Dunque, dopo il successo dello scorso anno, torna l’ottobre del dialetto con il “cicciaremm in milanes” (vedere notizie all’interno); quest’anno con poesie e letture ma anche canzoni, per finire -come sempre- col teatro spassoso del ‘nostro’ CPT. Venerdì 14 novembre -al Lirico- con “pigott de cuntraband” serata rigorosamente riservata (con agevolazioni) ai soci Pro Loco Magenta e Università del Magentino. Poi sabato 15, replica per gli sfortunati che non sono né soci Pro Loco né dell’Università; o più semplicemente che non avessero potuto procurarsi un biglietto per venerdì. Rigurdevas né!

Last modified on
Hits: 1448

Posted on in News

festassocizaioni2014Domenica 28, l’ultima del mese di settembre, ci sarà la Festa delle Associazioni magentine. La tradizionale kermesse che vede ‘in campo’ moltissime delle realtà associative di cui è ricca la nostra città. È, come sempre, l’occasione per prendere contatto con le numerose proposte che rendono interessate e vivace la vita cittadina in ambito culturale, sportivo, sociale. Ciascuno avrà modo di esplorare le molte proposte alla ricerca di ciò che più lo possa appassionare. Ciascuna associazione potrà agevolmente far conoscere ad una vasta platea di potenziali fruitori il frutto del proprio impegno. Come sempre è anche l’occasione per ‘presentarsi’ in pubblico per le ‘nuove proposte’. Tra queste una ha già assicurato che ci sarà. È il comitato per il gemellaggio tra la Città di Magenta e la Ville de Magenta. Il presidente Alberto Fornaroli si alternerà agli altri membri del neocostituito comitato per illustrare le prossime attività in programma e -anche- per raccogliere consigli e suggerimenti. Un’altra realtà che ha assicurato di essere presente è la Fondazione Ticino Olona. Questa non è esattamente una associazione, ma ha una contatto continuativo e spesso assai produttivo col mondo associativo. Vaglia progetti di intervento in campi via via selezionati ed illustrati in ‘bandi’ per i quali le associazioni (e non solo) possono ottenere -dalla Fondazione- significativi contributi finanziari. Una attenzione al nostro territorio sempre più rilevante, una presenza che merita di essere, da ciscuno, attentamente considerata. Infine anche la Pro Loco si presenterà alla festa con una proposta, magari non ‘nuova’- ma che siamo sicuri piacerà. Sarà PIXEL la protagonista dell’evento, programmato proprio per lanciare ‘alla grande’ l’attività che si raccoglie sotto quella sigla, attività tutta dettagliata nel suo sottotitolo che recita: “archivio immagini del Magentino”. Già da qualche numero del giornale avrete notato la pagina dedicata a Pixel con vecchie immagini riferite a Magenta e/o ai magentini. Qualcosa c’è già sul sito (http://www.prolocomagenta.org/it/la-pro-loco-magenta/l-associazione/magenta-in-foto-pixel.html) e già così è gradito, come testimoniano i ‘mi piace’ di Facebook. Ma per iniziare una raccolta veramente significativa ed una archiviazione ragionata di questo materiale, magari abbandonato all’oblio in un cassetto, cerchiamo forze intellettuali e mani (possibilmente) esperte sorrette dalla passione. E per ‘caricarci’ un po’ presenteremo una serie (una quarantina, mica poche) di gigantografie della vecchia Magenta accostate alle riprese degli stessi luoghi oggi. Sarà un piacevole motivo in più per una passeggiata in Piazza (ma da quest’anno anche in via Roma dove la ‘Festa’ si allargherà, appunto con la mostra fotografica di Pixel). Vi aspettiamo! Ah, ci sarà anche la Fanfara dei Bersaglieri ‘Nino Garavaglia’ a darci la carica. Come potreste mancare?

Last modified on
Hits: 265
Registrati
No event in the calendar
November 2014
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30